Redazione LiberaVeneto 31 Maggio 2019
Tende da sole: ecco quali scegliere

Le tende da sole possono distinguersi in base all’ambiente, alla tipologia di materiale utilizzato e al modello da installare. Ciascuna tenda da sole selezionata può far filtrare più o meno la luce o, in caso di luogo molto assolato, creare meno calore anche d’estate

Utilizzati per fornire ripari dalla luce molto diretta, le tende da sole sono una tipologia di tende per esterni e vengono realizzate su misura con materiali che ne garantiscono la stabilità e durezza sia per le stagioni fredde, che per le stagioni estive. Le tende da sole offrono diversi modelli impiegati per ogni tipologia di edificio e possono essere applicabili su balconi, terrazzi e giardini a seconda delle esigenze. Il loro scopo è quella di schermare in maniera perfetta proteggendo dal sole, migliorare l’estetica esterna della propria struttura e migliorare la privacy da occhi indiscreti anche a seconda del tipo di materiale impiegato. Alla lunga si possono anche avere risparmi sulla bolletta, creando calore e quindi regolando anche la temperatura interna dell’ambiente. Ma questo dipende soprattutto dalla tipologia di materiale utilizzato. Le tende da sole, infatti, sono realizzabili in telo e con cotone. Tramite il cotone, le tende da sole però hanno pro e contro: possono essere soggetti ad invecchiamento dal calore, vento, intemperie e inquinamento.

Tende da sole: materiali e tipologie

Mentre, per chi invece cerca tessuti più resistenti, si può optare per materiali acrilici in fibra 100%. Questi sono più resistenti e non scoloriscono poiché spesso sono tinteggiate in massa. Le fibre in acrilico, inoltre, sono sottoposte a trattamenti con resine e hanno capacità idrorepellenti. Il pvc ha funzioni molto simili: ultraresistente, non lascia filtrare né raggi, né acqua. L’unica pecca è che esteticamente può diventare molto simile alla plastica ed essere poco elegante e molto più scomodo a seconda degli ambienti. Ecco che, uno dei dettagli da tenere presente prima di installare un tendaggio è importante valutare lo spessore della tenda. Più sarà spessa, meno luce entrerà. In più subirà meno danni rispetto ad un telo di cotone. Naturalmente, per ottenere un effetto più protettivo, bisogna far caso anche al tipo di tende da sole da installare.

Tra le tende da sole più utilizzate ci sono tende a bracci, impiegati per balconi e finestre dalle piccole dimensioni che proteggono frontalmente. Vanno applicate al soffitto e sono teli con strutture tubolari tramite due braccia estendibili laterali, facili da installare, ma molto soggette alle intemperie. La tenda a capottina offre una protezione superiore e parzialmente frontale: una soluzione più vistosa delle altre poiché ha una struttura a ventaglio, con un telo cucito su un telaio solitamente di forma bombata. Tale varietà è visibile anche spesso in hotel e alberghi. Tra le più utilizzate per ambienti più ampi è anche la tenda a pergolato: perfette per terrazzi, spazi all’aperto o giardini ed è costituita da una struttura fissata alla parete o a terra.

Infine, oltre alle tende a caduta, che offrono coperture laterali e frontali e fungono da ottima privacy ed esteticamente molto belle si può scegliere anche le tende ad attico utilizzati per grandi spazi, come balconate, attici o giardini. Ciascun tendaggio può essere adibito a seconda delle esigenze, anche cercando utilizzando più modalità per ottenere una tenda da sole adatta per tutti i bisogni.